Lo Zollverein: un’Unione doganale tedesca

Lo Zollverein del 1834 , un’unione doganale tedesca, fu il risultato dei negoziati della Prussia con altri stati tedeschi al fine di creare un’area doganale unificata tra i territori degli stati tedeschi indipendenti. Zollverein plasmato l “economia della Germania nel 19 ° secolo, permettendo tali cambiamenti come la riduzione del numero di valute utilizzate e consentendo economie degli stati tedeschi a prosperare durante l” era Industrializzazione.

Gli sforzi prussiani che portarono alla formazione dello Zollverein risalgono al 1818, quando la Prussia abolì le tariffe interne tra le proprie regioni. Dopo il Congresso di Vienna nel 1815, la Prussia ottenne territori nella regione della Ruhr, che era economicamente un’area altamente sviluppata. I vecchi territori della Prussia ad est erano molto più sottosviluppati e regioni basate sull’agricoltura. Al fine di creare un equilibrio tra le sue regioni, la Prussia abolì le tariffe interne.

Nel decennio successivo, alcuni degli stati confinanti della Prussia si unirono allo Zollverein. Nel 1828, la Prussia e il Ducato d’Assia accettarono di formare un’unione doganale insieme. Vedendo l’efficacia dello Zollverein, altri stati tedeschi iniziarono iniziative per stabilire le proprie unioni doganali. A sud, la Baviera e il Württemberg formarono l’Unione doganale Baviera-Württemberg e nella Germania centrale, gli stati tedeschi indipendenti formarono l’Unione centrale tedesca. E negli anni successivi, queste unioni doganali fecero accordi tra loro per espandere il libero scambio. Infine, nel 1833, i sindacati sopra menzionati accettarono di essere fusi in un’unica unione doganale unificata e nel 1834 fu ufficialmente costituita la Zollverein. Le idee dell’economista Friedrich List hanno modellato la politica delle economie nazionali degli stati tedeschi mentre aumentavano il libero scambio all’interno dell’unione e si sforzavano di limitare le importazioni dall’esterno dell’unione.

Gli stati tedeschi che hanno scelto di rimanere al di fuori delle unioni doganali in precedenza, sono stati incoraggiati ad aderire allo Zollverein con la promessa di crescita economica e investimenti infrastrutturali. Con la Convenzione di Dresda del 1838, il numero di valute utilizzate in Germania fu ridotto da oltre trenta a solo due. Lo Zollverein ebbe un discreto successo per tutti i membri dell’Unione, l’economia di tutti i membri fiorì notevolmente attraverso il libero scambio e questo aiutò la Germania ad adattarsi rapidamente e proficuamente all’era dell’industrializzazione. L’espansione dei sistemi stradali e ferroviari è stata potenziata dallo Zollverein, che ha fornito un trasporto più rapido e sicuro delle materie prime e una produzione più fruttuosa nelle fabbriche di recente sviluppo. Gli stati tedeschi con economie piuttosto forti che all’inizio erano rimasti fuori dallo Zollverein, come Hannover, Lussemburgo, Brunswick, Oldenburg e Francoforte, hanno aderito all’unione uno per uno dopo averne visto gli effetti positivi. Tutti gli stati tedeschi, ad eccezione dell’Austria, erano i benvenuti nell’Unione.

Per collegare il mercato tedesco alla Scandinavia, lo Zollverein stipulò accordi commerciali con la Svezia-Norvegia nel 1865. Zollverein aveva anche alcuni accordi commerciali con l’Austria, ma con l’inizio della guerra Austria-Prussiana del 1866, questi accordi furono terminati. La guerra del 1866 strappò Zollverein all’interno mentre la Germania era divisa tra alleati della Prussia e alleati dell’Austria. Come la guerra ha portato a favore della Prussia, diversi cambiamenti sono stati fatti all’interno Zollverein. Predominio prussiano sulla Germania sono stati stabiliti con la fondazione della Confederazione tedesca del Nord. Zollverein aveva fornito alla Prussia la forza economica per eliminare l’Austria nella corsa per ottenere il dominio sulla Germania e per resistere a una potenziale minaccia di espansione francese. Gli statisti prussiani usarono magistralmente questi vantaggi per decenni e riuscirono a eliminare sia l’Austria che la Francia e infine, unificarono ufficialmente la Germania nel 1871.

Zollverein mantenne la sua esistenza anche dopo l’unificazione della Germania con nuovi stati uniti come l’Alsazia-Lorena appena ottenuta e le città-stato Amburgo e Brema. L’influenza di Zollverein ha permesso alla Germania di competere con l’Impero britannico in termini di capacità industriale. Con una rapida crescita industriale, il tedesco è cresciuto fino a diventare uno dei paesi economicamente più sviluppati del mondo. Zollverein rimase in vigore fino alla dissoluzione dell’Impero nel 1919.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.